CATALOGO ASTA 99
ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA + DESIGN
27 MAGGIO 2021

49



Mimmo Rotella

Cinemascope

Firmato Rotella in basso a destra
Décollage su tela
cm 61x39
Eseguito nel 1962
Titolo e anno sul retro

Provenienza: Galleria Il Centro, Napoli

Esposizioni: Mimmo Rotella, Galleria Il Centro, Napoli, 1972

Opera registrata presso l’Archivio a cura della Fondazione Mimmo Rotella, Milano, con il numero 2264 DC 962/962

Si ringrazia la Fondazione Mimmo Rotella, Milano, per l'aiuto nella compilazione di questa scheda

 

 

 

 

Mimmo Rotella è considerato uno dei principali protagonisti della scena artistica italiana del XX secolo, come anche del Noveau Réalism e della Pop Art Italiana. Ad influenzare l’artista alle origini dei primi lavori sono stati i muri delle città per lo più industriali che, con l’avvento della società di massa, sono stati improvvisamente ricoperti di carta come: poster, pubblicità di circhi e concerti, propaganda politica… etc. Rotella (e altri artisti) ha scorto in questa estetica visuale della carta sui muri un mezzo innovativo per fare arte. Il casuale accumulo di manifesti, strappati o coperti con altra carta o con scritte e vernici, fino a rendere quasi irriconoscibili i soggetti, ha portato Rotella ad avere un’intuizione da lui stesso poi definita l’illuminazione Zen”: “distruggere” il manifesto in modo che quest’ultimo fosse rielaborato e acquistasse una nuova estetica: distruggere senza distruggere, sovrapposizione e sedimentazione di manifesti che venendo strappati e manipolati tornano visibili in forme e composizioni del tutto nuove e sapientemente ricostruite. Questa tecnica prese il nome di Décollage, l’opposto del Collage, ed è nel tempo diventata uno dei mezzi espressivi preferiti non solo dagli artisti del Nouveau Réalisme (Jacques Mahé de la Villeglé, Raymond Hains, François Dufréne, Gérard Deschamps) ma anche di molti artisti che colgono nel consumismo degli anni sessanta, un modo per andare oltre la pittura e conquistare nuovi spazi di espressione.  “Cinemascope”, emblematica opera del 1962 registrata presso l’Archivio a cura della Fondazione Mimmo Rotella, rappresenta al meglio l’evoluzione artistica di Rotella e la sua ricerca personale nell’ambito cinematografico nel periodo della Dolce Vita, forse l’ambito che diede più lustro all’artista e che ne ha reso la produzione a questo dedicata celebre in tutto il mondo.

Stima

€ 40.000,00 - € 60.000,00

CONTATTA IL DIPARTIMENTO


Memmo Grilli

memmogrilli@blindarte.com
 

Assist

info@blindarte.com

NAPOLI | +39 081 2395261
assist@blindarte.com 

MILANO |
+39 02 36565440
assistmilano@blindarte.com