CATALOGO ASTA 97
ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
10 DICEMBRE 2020

48



Giulio D'Anna

Finestra sullo stretto

Firmato G. D'Anna in basso a destra
Olio su tavola
cm 75,6x110
Eseguito nel 1929/30 ca.

Provenienza: Arte Centro, Milano, come da etichetta e timbro sul retro

Fotografia dell’opera autenticata da Salvatore Carbone, Archivio Storico dei Futuristi Siciliani

Esposizioni: Un Mondo Fantastico, Fantasia nell’Architettura Futurista Giulio D’anna e Sibò, a cura di Flavio Lattuada, Galleria Arte Centro, Milano 2019, illustrato nel catalogo della mostra alla pagina 54;
Futurismo e Aeropittura, a cura di Maurizio Scudiero, con Anna Maria Ruta e Salvatore Carbone, Galleria Edonè Arte Viva, Vittoria 2019, illustrato nel catalogo della mostra alla pagina 57;
Giulio D’Anna, Galleria Diomedea Arte, Palermo, 2003;
Giulio D’Anna, Galleria La palma, Siracusa, 1979

 

 

Protagonista delle avanguardie artistiche siciliane e soprattutto del futurismo, Giulio D’Anna nasce a Villarosa (Enna) il 28 agosto 1908. Dopo la morte del padre, si trasferisce giovanissimo presso il fratello a Palermo, dove lavora nella Libreria Trimarchi. A Palermo, appena diciottenne, ha i primi contatti con il Futurismo e si interessa da autodidatta alle tecniche artistiche. Approdato nella capitale dell’isola, il centro artistico più vivo e dinamico dell’isola, decide di dedicarsi pienamente alla pittura imbattendosi nella prima generazione dei futuristi siciliani: Vittorio Corona, Pippo Rizzo e Antonino Varvaro, e nel giovanissimo Renato Guttuso, punti di riferimento per la sua attività artistica. Tuttavia, la sua vita si sviluppò  prevalentemente a Messina, dove si trasferì al termine della prima guerra mondiale e trovò impiego nella Libreria dei Fratelli Principato. È nella stessa libreria che nel 1926 incontrò Fortunato Depero che qui espose le sue opere e indirizzò D’Anna verso lo stile pittorico futurista. Inoltre, a Messina, in occasione della mostra personale del pittore nel 1931, D’Anna venne celebrato da Filippo Tommaso Marinetti, noto fondatore dell’avanguardia storica italiana con queste parole: «un vostro concittadino, in questa città ove non abbiamo ancora avuto la possibilità, se non in questa occasione, di fare mostre futuriste, non preparato quindi dall’ambiente, è capace di creare spontaneamente la sua aeropittura, cioè la necessità di dare quest’impronta aeropittorica tutta opposta a quella che è stata la pittura fino ad oggi...».
La produzione artistica di Giulio D’Anna si sviluppa prevalentemente in ambito aeropittorico. Come sostiene Maurizio Scudiero, l’incontro importante per lo sviluppo della sua carriera artistica, avvenne con il futurista Mino Somenzi, vero ideatore della parte introduttiva del Manifesto dell’Aeropittura (1929), intesa come nuovo corso del Futurismo che alla fine degli anni Venti, secondo Somenzi, doveva abbandonare la velocità terrestre di treni, moto e auto, per rivolgersi alla musa meccanico-aerea, anche per omaggiare le mirabolanti imprese degli aviatori italiani del tempo. Infatti, già nel 1928, ovvero prima della pubblicazione del Manifesto dell’Aeropittura, anche nelle opere di D’Anna iniziano a comparire gli aerei. È nello stesso periodo che inizia anche il ciclo titolato “Finestre sulla Sicilia”, dove di volte in volta ritrae varie località dell’Isola e del quale questo dipinto rappresenta un esempio significativo.
Come notava la studiosa Anna Maria Ruta, la cifra stilistica di D’Anna iniziava ad esprimere tutte le sue potenzialità e ad indirizzarsi verso una successiva consapevole maturità: «D’Anna imprime alle sue aeropitture soluzioni linguistiche proprie, inserendosi a buon diritto nell’organigramma dei protagonisti della storia dell’Aeropittura».

G. Molonia, Giulio D’Anna (Scheda biografica), in Gli anni dimenticati. Pittori a Messina tra Otto e Novecento, catalogo della mostra a cura di Gioacchino Barbera, Sicania, Messina, 1998;
V. Buda, Un pittore limpido e festoso. Giulio D’Anna a Messina tra futurismo e astrattismo, Società Messinese di Storia Patria, Messina, 2006;
M. Scudiero, D’Anna, futurista ed aeropittore. Un grande artista tuttora da scoprire, in Giulio D’Anna, Futurismo e Aeropittura, Galleria Edoné Arteviva Club, Vittoria - RG, 2019;
A. M. Ruta, Gli aerei lirici di Giulio D’Anna, in Giulio D’Anna, Futurismo e Aeropittura, Galleria Edoné Arteviva Club, Vittoria - RG, 2019.

 

Stima

€ 30.000,00 - € 40.000,00

CONTATTA IL DIPARTIMENTO


Memmo Grilli

memmogrilli@blindarte.com
 

Assist

info@blindarte.com

NAPOLI | +39 081 2395261
assist@blindarte.com 

MILANO |
+39 02 36565440
assistmilano@blindarte.com