CATALOGO ASTA 80
DIPINTI XIX-XX SECOLO, DIPINTI ANTICHI
26 NOVEMBRE 2016

73



Fabius Brest

Scorcio di Costantinopoli


olio in prima tela e con telaio originale, cm 117x89



firmato e datato Fabius Brest 1873 in basso a sinistrain prima tela e con telaio originale
sul retro della tela timbro Ottoz Freres, de couleurs, toiles a talleau, Paris
entro importante cornice coeva

Il dipinto di Fabius Brest rappresenta probabilmente una strada di Costantinopoli come si intravede scritto su una roccia in basso a destra \"Khail sultan valide in Constantinople\". Il pittore ebbe modo di conoscere profondamente la città, soggiornando in Asia minore dal 1855 al 1859. L’esperienza in Asia ha continuato ad ispirare l’artista per molti anni a venire, rendendolo famoso per le sue rappresentazioni delle strade e della vita di Costantinopoli.Per il dipinto in questione l’artista ha scelto di dipingere una scena di vita informale, mostrandoci una strada a ridosso di una moschea o di una scuola, dove si svolgono le normali attività quotidiane. Nell’angolo in basso a destra un venditore di tappeti contratta con un cliente sull’uscio del suo emporio, le strade sono affollate di venditori ambulanti e di personaggi che si riparano all’ombra dalla calura del sole. In lontananza gli echi di un affollato mercato, dalle finestre degli edifici sono calati dei tessuti che l’artista dipinge utilizzando il colore in maniera impressionista. Il 1873, anno in cui il dipinto fu realizzato, è
l'anno dell'Espsozione Universale di Vienna, nell'ambito della quale gli orientalisti ebbero uno spazio eccezionale, e le opere relative all'Egitto ed all’Asia furono prevalenti.Questo dipinto ha forti echi di Alberto Pasini, soprattutto nell'impostazione venetizzante delle figurine alla finestra. Un richiamo non casuale a Gentile Bellini, non raro negli orientalisti 'colti'.

Stima

€ 70.000,00 - € 90.000,00

CONTATTA IL DIPARTIMENTO


Anna Cesare

anna.cesare@blindarte.com
+39 081 2395261