Italian English
Benvenuto | Accedi | Registrati




ASTA 74 - Dipinti XIX - XX secolo, dipinti antichi

domenica 29 novembre 2015
ore 16.00

Calendario Aste Novembre 2015:

Sabato 28 Novembre 2015 ore 17.00


Asta 73 – Asta di gioielli, orologi, argenti, arredi, oggetti d’arte e la collezione di trofei di caccia africani degli anni ’50 e ’60 di Achille Visocchi

Domenica

29 Novembre ore 16.00


Asta 74 – Asta di Sculture e dipinti XIX-XX secolo, dipinti antichi



Domenica 29 Novembre ore 18.00


Asta 75 – Asta di arte moderna e contemporanea, oggetti di design


Esposizione dal 13 novembre 2015 tutti i giorni ore 11.00 - 19.00 (orario continuato) anche festivi



Asta 74 – Asta di dipinti XIX-XX secolo, dipinti antichi

Domenica? 29 novembre 2015 presso la Blindarte Casa d'Aste di Napoli, alle ore 16,00 si terr? l’asta di Dipinti Antichi, Dipinti del XIX-XX secolo.

Il catalogo presenta un’importante? e ricca selezione di dipinti antichi provenienti dalle quadrerie di antiche famiglie napoletane. Tra questi un autentico capolavoro per i collezionisti sono i due oli firmati? di Domenico Gragiulo, detto Micco Spadaro, raffiguranti “L’adorazione del Vitello d’oro”, “ Mos? fa scaturire l’acqua dalla rupe” , provenienti dall’antica collezione di una famiglia nobile toscana di origine campana.
L’importante pendant, cm 67x105 cad., databile tra il quinto e il sesto decennio del Seicento,? e corredato di importanti cornici dorate, ? stimato 100.000-150.000euro

Appassionata curiosit? circa l’attribuzione ? destinato a suscitare fra gli studiosi ed i collezionisti il dipinto raffigurante “Davide festeggiato dalle fanciulle di Israele”, olio su tela, cm 107x141, opera databile intorno al 1630 di un importante maestro napoletano, collocabile certamente fra esponenti di rilievo della immediata cerchia? di Aniello Falcone, fra Domenico Gargiulo, detto Micco Spadaro e Salvator Rosa, che presenta una stima di 50.000-70.000 euro.

Da segnalare inoltre provenienti tutti dalla prestigiosa collezione Pucci-Catello uno splendido Francesco De Mura "Riposo dalla fuga in Egitto", (olio su tela, stima 50.000-70.000euro), composizione di straordinaria qualit?, databile nel periodo della piena maturit? artistica del maestro; un’ altrettanto? splendida opera imponente di? Francesco Solimena, “Studi per una scena di battaglia, per un’Allegoria dell’Africa, per una Gloria di Santi e per un’Allegoria della Pazienza”, pubblicato da Bologna in un saggio del 1968 e importantissimo esempio della genesi creativa e del metodo di lavoro del maestro napoletano,? stima di 35.000-45.000 euro; ed un bellissimo olio su rame cm 50x40 di Giovan Battista Lama, “Visitazione”, con importanti riferimenti bibliografici e partecipazione a molte mostre sulla pittura napoletana del Settecento, stima 18.000-25.000 euro.

Da un’altra importante collezione napoletana si segnalano opere di Giuseppe Bonito, Polidoro da Caravaggio, Scipione Pulzone, Viviano Codazzi oltre ad uno splendido “Cristo flagellato” di Antonio De Bellis, gi? attribuito a Bernardo Cavallino (stima 30.000-40.000 euro) e un’intensissima “Fuga in Egitto” di Luca Giordano (stima? 30.000-40.000 euro).

Molto bello? “Il sogno di Giacobbe”? firmato di Andrea De Lione? (olio su tela, cm 106x102), con stima 30.000-40.000 euro e un elegantissimo e raffinato Nicola Maria Rossi raffigurante “Il sacrificio di Didone”. Molto interessante la “Battaglia di Francavilla” attribuita a Orazio Grevenbroeck rarissima testimonianza documentaria della celebre battagli del 1719, olio su tela cm 58x118 stima 30.000-40.000 euro.

Nella sezione dedicata ai dipinti del XIX-XX secolo spicca una splendida serie di dodici fix? attribuiti a Raffaele Carelli, raffiguranti le citt? toccate durante il viaggio del pittore napoletano con il Duca di Devonshire, e un olio su tela raffigurante “Il ratto di Proserpina” attribuito a Johann Wilhelm Tischbein (stima 15.000-20.000 euro)